NEWS


Brand e packaging design delle etichette di birre 7sensi.

Il progetto nasce dal desiderio di dare forma alla notevole esperienza maturata dall’attività di 7sensi nel settore delle birre. Concepire una nuova linea di prodotti che sia espressione di professionalità e di passione, esprimendo però queste qualità con originalità per affermare così una propria interpretazione dello stile italiano. L’immagine deve apparire moderna con un forte richiamo all’artigianalità senza rappresentarne però le tradizionali simbologie.

Lo studio del logo.
Partendo dal logo, non si è voluto riprendere l’immagine esistente della marca; si è preferito individuare valori nuovi, più carichi di emozioni. Il nuovo lettering si basa sul Trajan, un carattere che riprende le forme scolpite nel marmo dagli antichi incisori di targhe romane. Le sue grazie e le sue proporzioni maestose conferiscono autorevolezza, la storia scavata nei suoi segni evoca la tradizione della cultura italiana. Ma per evitare di apparire troppo tradizionale, il numero 7 è stato oggetto di un comportamento dissacratore; nel sovrastare pesantemente la N ne assume parte dell’aspetto creando un carattere mai esistito nella famiglia di questa font. Il logotipo diventa moderno e per via della forma a goccia disegnata alla base del numero, si immerge negli abissi della sensualità. La marca 7sensi pur mantenendo grande funzionalità e flessibilità, si contradisitngue per una forte riconoscibilità. La provocazione ponderata creata nella fisionomia del 7 conferisce originalità e modernità evocando nella sua rotondità il carattere sensuale femminile.

Motivazioni del packaging.
Le etichette illustrano in modo personale l‘artigianalità e la qualità dei prodotti. Il fondo è rivestito da una trama di luppolo che si manifesta in modo più evidente sul fronte delle bottiglie. Quest’attitudine rivela il protagonismo di un ingrediente fondamentale delle birre ribadendone la genuinità. Il luppolo viene inserito con un trattamento grafico a tinte piatte, più come un componente decorativo che come un‘illustrazione. Questa scelta, pur ribadendo la centralità di un elemento importante della ricetta, permette di sfruttare questo simbolo come parte del fondo. Questa scelta grafica lascia una grande libertà di inserimento dei testi e della composizione tipografica non dovendo ricorrere ad artifici formali per la loro leggibilità. In effetti i testi del fronte sono inseriti in modo naturale, questo comportamento vuole evidenziare le qualità genuine dei prodotti, senza ricorso a espedienti artificiali di supporto. Inoltre il luppolo che vive su più livelli di lettura e con diverse funzioni di comunicazione sottolinea un carettere moderno rendendo personale un tipico simbolo della tradizione artigianale. La modernità viene ribadita anche nel modo in cui è stato utilizzato il metallizzato come base del supporto di stampa. Vive in modo marginale sui lati delle etichette non apparendo, come solito, per sottolineare un aspetto essenziale delle etichette. Il suo contributo serve a mettere in risalto la forma del luppolo. Il contasto lucido/opaco che viene creato con il fronte risulta funzionale e moderno. La scelta dei colori è stata fatta tenendo conto del target femminile evitando tonalità maschili. Per questo motivo non esistono contrasti cromatici troppo duri ed i toni si differenziano tra di loro in modo leggero e delicato.

La linea è nata con due referenze, la bionda “Prospettiva” e la rossa “Magnetica”. Le loro etichette si affidano cromaticamente ai colori del giallo  e del rosso, le due tonalità tradizionali di queste tipologie di birra. Infine è arrivata  “Elisse” la pennutima della linea, e per questa Weiss si è deciso di adottare degli azzurri, colori più freddi che meglio rappresentano la sua freschezza. Infine è stata prodotta la più Premium della famiglia, la Doppio Malto che si differenzia dalle altre perché adotta un fronte metallizzato invece che opaco. Questa referenza non vive sugli scafali dei negozi, ma solo nei canali della ristorazione e degli alberghi di lusso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *