newLogoAgriovo

Restyling corporate, brand e packaging design Agriovo.
Il progetto di restyling di questa linea di confezioni si è articolato in più fasi e si è esteso in diversi momenti. Per questo lavoro è stato mantenuto il logotipo esistente già da una decina di anni; visto il suo importante patrimonio visivo sul brand, era necessario mantenerlo. Si è deciso di intervenire con il suo restyling in una seconda fase del progetto.  In un primo step, si parte lavorando dunque solo sull’immagine di prodotto. L’identità esistente adotta, soprattutto nella rappresentazione delle uova, un linguaggio più conforme a strumenti editoriali di promozione come i leaflet o i dépliants. L’insieme manca di impatto e di corretta valorizzazione dei prodotti. Inoltre, per lo studio del nuovo progetto, vengono espresse da parte del committente le esigenze di comunicare in modo più forte la naturalità e la genuinità.
Partendo da queste indicazioni, il design elabora una base corporate con ciuffi di erba e un fiore di grande impatto che riesce a risolvere due degli aspetti carenti di questi packaging. Questa base di erba in effetti, disegnata con tinte piatte e vivaci, riesce a dare un grande attrattività cromatica e poi esprime genuinità con un codice naturale molto semplice. Infine, per la rappresentazione delle uova, non vengono utilizzate uova aperte a metà; attitudine questa molto frequente da parte della  concorrenza. Questa icona è molto sfruttata in questo settore merceologico e avendo noi già un giallo di uovo nel nostro logotipo, la scelta di adottare solo uova intere risulta più personale.
Sono così illustrate tre uova raggruppate in una composizione che bene si inserisce sul fronte delle confezioni. Le uova insieme all’erba diventano parte essenziale di un sistema visivo che si propone di diventrare corporate identity per l’utilizzo non soltanto sul packaging.


Per la differenziazione dei diversi prodotti della linea, viene stampato un fondo colore che cambia per ogni tipo di uova. Le “Giganti“ si distinguono con un fondo giallo, le “Extra Fresche con Data” con un blù scuro, le Fresche con l’azzurro… Gli elementi grafici utili a formare il codice visivo ci sono tutti, a questo punto mancano ancora le scelte tipografiche.  Queste sono posticipate dopo il restyling del logotipo Agriovo. In effetti, visto l’apprezzabile miglioramneto della grafica, si decide di intervenire con un ridisegno anche sull’attuale logo. Ormai quest‘ultimo non riesce più ad appoggiare le caratteristiche espresse dal nuovo progetto.  Parte dunque il ridisegno della brand che deve essere non invasivo ma che permetta invece di mantenere la memoria storica della soluzione esistente. E’ un lavoro di mezze misure che ridà freschezza e organicità. Il nuovo riprende il vecchio, lo valorizza e gli conferisce una nuova giovinezza. Dagli spunti seguiti nel ridisegnare il logo, vengono adottati alcuni accorgimenti tipografici per la composizione dei testi. Per uguagliare l‘organicità raggiunta dal logo,  il progetto considera valida la distorsione di una font italic con grazie. Questa  pratica viene mantenuta per la creazione dei testi che compongono le confezioni oltre a definire il payoff del logo “ Naturalmente il Meglio”.

Dal successo ottenuto dalla nuova grafica seguono diverse applicazioni del corporate. La prima richiede la progettazione di un contenitore-espositore da banco. Le uova “Extra con Data di Deposizione“ vivranno anche in confezioni accoppiate da quattro uova ognuna e inserite in contenitore da 4 pezzi. Il fondo blù scuro che demarca questa categoria di uova è ripreso insieme alle componenti fondamentali dell’identità visiva: il logo, le uova e la base di erba. Per ragioni di praticità, il contenitore deve avere anche funzioni logistiche e dunque si sceglie un tipo di confezione che permetta di poter
essere aperta ed esposta dopo il suo trasporto. Questo espositore vince il primo premio della sua categoria alla tredicesima edizione del Premio “Mediastars” di Milano. Un allargamento della linea propone anche una confezione completamente biodegradabile a base di mais, dove, per differenziare la categoria, viene stampato il fondo in verde. Segue l’applicazione del corporate sui furgoni aziendali.Qui la base di erba è stata adattata alle diverse dimensioni e il tutto è stato stampato in digitale. Infine il corporate viene adottato anche per il sito dell’azienda dove si mantiene il verde come colore di base e il motivo dell’erba viene rivisto per inseririsi sulle specifiche di questo media.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *