L’illustrazione protagonista del packaging design.

Iniziamo con una domanda: esiste una tecnica rappresentativa più flessibile ed efficace dell’illustrazione per visualizzare qualsiasi tipo di pensiero? La risposta è no; in questa domanda si rivela tutta la ragion d’essere dell’arte illustrativa. Nonostante i mezzi digitali imperversino, l’illustrazione è l’unico mezzo ancora in grado di raffigurare qualsiasi concetto visivo.

Questa tecnica può rappresentare ogni idea, anche la più surreale, e si configura quindi come un linguaggio veramente unico. Sono cambiati gli strumenti ma le sue capacità narrative ed evocative rimangono inalterate, anzi, con un utilizzo accorto delle nuove tecnologie un bravo professionista sconfina ogni realtà, svelando nuove dimensioni delle emozioni. Certo non basta saper usare Photoshop e nemmeno saper maneggiare una matita per essere un illustratore. E’ indispensabile saper interpretare le tecniche illustrative con pensiero strategico.

 

Non si realizza un’illustrazione senza indicazioni precise, perché l’illustrazione ha una funzione strategica, il suo ruolo sui packaging è pensato per raggiungere specifici obiettivi di marketing. In alcuni casi, l’illustrazione diventa l’elemento fondamentale dell’identità di prodotto, la base del corporate identity. La flessibilità del suo utilizzo permette di definire in modo preciso la veste grafica di una confezione, rendendola di forte personalità e di notevole attrattiva. Una delle qualità più apprezzate dell’arte illustrativa è la sua capacità di caratterizzare le confezioni. Rispetto alla fotografia, le sue possibilità di personalizzare una confezione sono decisamente maggiori, e questo vantaggio non può essere trascurato per il posizionamento di un prodotto. Sfruttando le competenze e il talento di un illustratore, la fisionomia del packaging riesce a distinguersi e permette di coinvolgere il consumatore che ne rimane colpito.

In questo articolo sono state inserite le fotografie relative ad un mio progetto di packaging design dove si può notare il ruolo strategico dell’illustrazione. La gamma è rappresentata dalle caramelle Gelées della Icam; è interessante notare come la fisionomia di base della linea rispetti i colori e l’attitudine del segmento di mercato, in cui vige una forte presenza del bianco e un utilizzo importante dell’illustrazione. Rispettando queste indicazioni di mercato, il lavoro è stato realizzato interpretando l’impaginazione delle immagini sulle confezioni in modo che si percepisse non solo una presenza massiccia ma anche un chiaro protagonismo nel suo inserimento. Per rendere ancora più caratteristica l’identità di prodotto, le illustrazioni sono state realizzate personalizzando la materia della frutta, e interpretando la granulosità tipica delle caramelle gelées.