WP_dettaglioChiaretto

Brand e packaging design etichette Enoteca del Museo

Il progetto nasce come restyling di una linea di etichette di vino. Il cliente ha deciso di non mantenere parte dell’identità grafica presente sulle bottiglie attuali e dunque il lavoro parte con una nuova veste grafica. L’idea che sta alla base del design si sviluppa intorno a tre gocce di vino che vanno a segnare le bottiglie. Dopo diverse verifiche si è deciso di adottare un trattamento grafico moderno e sintetico che interpreta le gocce in modo quasi astratto ma comunque ancora ben identificabile.

Il logotipo vive con una tipologia di font sans serif compatta e ben leggibile. Un carattere pulito che contribuisce a mantenere una buona sobrietà alla composizione logo/simbolo. L’insieme è modulabile e si può adattare alle diverse applicazioni. Sul fronte delle etichette le gocce si ingrandiscono per vestire in modo più ampio l’immagine dei prodotti. Sul retro invece, la composizione rimane nella sua disposizione originale. La linea contempla 5 referenze che si distinguono con 5 tonalità di colore: Rosa, Rossa, Verde, Gialla e Nera. Il progetto è stato realizzato con Illustrator e stampato in quadricromia digitale.

Articoli recenti

Buona idea, non per caso!

In questo articolo parlerò di come sia importante la pertinenza in un progetto di packaging. E’ una qualità che investe la parte progettuale di un lavoro, con lo scopo di renderla attinente ad un concetto creativo. A pensarci bene, non c’è un prodotto che abbia le stesse caratteristiche degli altri, di conseguenza anche il design dovrebbe farsi carico di rendere visibili queste differenze. In questo modo i vostri progetti diventeranno packaging design affascinanti e coinvolgenti.

Il ruolo della pertinenza sta appunto nel contribuire ad avvicinare il contesto visivo con il prodotto preso in considerazione; quest’accostamento permette di sviluppare un racconto visivo che può essere associato solo al nostro oggetto di studio. In questo modo un’idea, oltre ad essere originale, diventa anche unica, poichè ribadisce un concetto condivisibile solo con il nostro prodotto.

Graphic design di sostanza

In pratica, se l’idea è di sfruttare una pennellata per caratterizzare una linea di filati, l‘intento diventa più personale se il colpo di pennello è generato da tanti fili di lana. L’impressione è sempre quella ma la sostanza è diversa. Con questo metodo il design si avvicina al mondo che vuole rappresentare utilizzando elementi di pertinenza di quest’ultimo

Se invece lo studio considera una linea di shampoo, il colpo di pennello dovrebbe definirsi sfruttando tanti capelli: l‘idea rimane sempre la stessa, ma la fisionomia del pack cambierà poichè la pennellata assumerà caratteristiche grafiche diverse, rese specifiche da un elemento inerente alla realtà degli shampoo.

Packaging affascinanti e coinvolgenti

Questi due esempi fanno intendere come una stessa idea possa essere personalizzata sfruttando componenti specifiche al prodotto su cui si sviluppa il progetto. E’ un’attitudine creativa che si può applicare in tutti gli ambiti poichè ogni realtà ha le sue caratteristiche. Di certo essere graficamente pertinenti non basta, il buon gusto e le qualità estetiche sono indispensabili per creare dei packaging coinvolgenti ed affascinanti.

E’ altrettanto vero, però, che un design bello ma che non ha nessuna connotazione visiva con il prodotto che rappresenta rimane un‘opera generica, fine a se stessa, replicabile su qualsiasi progetto. Da questo esempio estremo si capisce come la pertinenza sia utile, invece per affermare una bellezza affascinante, che si fa notare perchè è unica. 

Nell’immagine si può vedere una pennellata di filati di lana applicata su cartelette della Wool Club. Il lavoro è stato realizzato per conto dell’agenzia Carcano & Associati. Se vi interessa vedere i miei progetti di corporate, brand e packaging design, vi potete collegare a questo sito: https://www.tonitraglia.com

  1. Osservato speciale Lascia una risposta
  2. Babbo Natale quest’anno è stato generoso! Lascia una risposta
  3. Talk “Viene prima il logo o viene prima il sito?” Lascia una risposta
  4. Mi potresti fare un sito internet? Lascia una risposta
  5. 3 progetti in preselezione al One More Pack Lascia una risposta
  6. Biglietti da visita Noli Lascia una risposta
  7. La tipografia come scelta distintiva Lascia una risposta
  8. L’illustrazione protagonista del packaging design. Lascia una risposta
  9. Il marchio come sintesi visiva di valori unici. Lascia una risposta