ABOUT

Toni Traglia, graphic-designer italo-svizzero, si é formato presso la Schule für Gestaltung di Berna. Esordisce nel 1987. Per 10 anni collabora full time, e successivamente come freelance, con prestigiose agenzie di comunicazione svizzere, italiane e francesi (Giò Rossi, Design Group Italia, Ard Vevey, Coleman Schmidlin Basilea, Landor Paris, Carré Noir, Lumen, CB’A..) Sempre in questo periodo ha insegnato brand e packaging design in due autorevoli scuole Milanesi (NABA e International College of Sciences and Arts).

Progettista indipendente dal 1997, segue con successo progetti di comunicazione, dando il meglio di sé nel corporate, brand e packaging design. Influenzato da tanti maestri del design “marketing oriented”, adotta una creatività analitica e strategica mirata a differenziare ogni progetto con soluzioni grafiche che si distinguono per originalità, fascino, funzionalità e pertinenza e che esaltano le potenzialità seducenti del linguaggio grafico-illustrativo.

I suoi progetti di corporate brand e packaging design sono stati premiati con 15 riconoscimenti al Mediastars di Milano: 2 Primi Premi di Categoria, 6 Special Stars e 7 Nominations in short list. I suoi lavori di graphic design sono stati pubblicati in diversi libri e riviste di settore

Attento alle influenze che agiscono nel settore del design, crede nel web fin dal 1997. Da allora crea, realizza e gestisce online siti, blog, animazioni, banners. Considera i nuovi media come parte integrante di un progetto di comunicazione. Consapevole dei limiti tecnologici del web, integra in modo coerente la comunicazione tradizionale a quella in rete.

Da sempre appassionato di disegno e di pittura continua a coltivare le sue capacità realizzando illustrazioni per la comunicazione. Avendo capito l’importanza del digitale fin dal suo esordio, lavora con il Mac dal 1988 e affianca così al disegno tradizionale quello realizzato con Illustrator e Photoshop. Si definisce un ibrido tra tradizione e innovazione. Utilizza la fotografia digitale piegando la tecnologia a favore dell’arte, dove é l’artista a dominare il mezzo e non il contrario.

Ha una forte passione per l’acqua e appena può cerca di tuffarsi in fiumi, laghi, mari. Vince un Primo Premio al Concorso “Fotografare l’Adda” nel 2009 e da allora prosegue una ricerca sui riflessi di questo fiume dell’Adda.  Interpreta il confronto tra la luce e il fiume con opere fotografiche che si esprimono più come dipinti che come fotografie. Ha partecipato a diverse mostre fotografiche e pittoriche.

Benché nato e cresciuto in Svizzera ha sempre apprezzato la cultura italiana e, di quest’ultima, soprattutto la cucina. Si diverte a cucinare, ben cosciente che questa é l’ultima parte di una storia che si perde nei tempi italici. Il suo piatto preferito sono le lasagne, senza besciamella però.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.